A chi vendere il tuo zafferano?

lavora con noi vendere il tuo zafferano

Anche tu ti sei fatto prendere dalla curiosità di provare a coltivare lo zafferano nel tuo giardino? O magari invece hai riservato una parte del tuo orto o della tua azienda alla coltivazione di questa spezia particolare e adesso non sai a chi vendere il tuo zafferano? Da quando ho aperto la mia attività, ogni anno dopo il periodo della raccolta ho ricevuto diverse telefonate di persone nelle tue stesse condizioni: piccoli produttori che non hanno un loro canale di vendita diretto, oppure coltivatori amatoriali che, col tempo, hanno aumentato il loro raccolto grazie al moltiplicarsi dei bulbi.

A livello agricolo, coltivare lo zafferano non è una attività particolarmente impegnativa, ed è probabilmente questo, unito al fatto che lo zafferano è notoriamente (fin troppo a mio mio modesto avviso) una spezia di prestigio e di alto valore commerciale, che porta molti ad accostarsi alla coltivazione di questa pianta. Quella dello zafferano è una delle poche coltivazioni per le quali non si è ancora trovata una valida alternativa automatizzata alla raccolta e lavorazione manuali, ed è per questo che è una delle spezie più care al mondo!

La richiesta di zafferano è sempre alta così come però anche l’offerta e quindi bisogna sapersi distinguere in fase di produzione. Per noi la strada è stata quella dell’assoluta qualità abbracciando la via della certificazione biologica. Strada a dir la verità abbastanza obbligata dovendosi confrontare con un’offerta estera di prodotto a costi veramente ridicoli.

Fatte tutte queste premesse, hai dunque deciso di intraprendere questa strada. Hai lavorato finemente il terreno, hai creato le file e interrato i bulbi. Hai aspettato di veder spuntare i primi fiori e passato circa un mese ad alzarti presto tutte le mattine per andare a raccoglierli e pulirli. Hai perfino superato l’ostacolo delle normative sull’essicazione e confezionamento, sobbarcandoti i costi di un essiccatore o portando il prodotto ad un laboratorio che te lo ha essiccato e magari anche confezionato.

Sei finalmente arrivato al momento della fatidica domanda: e adesso cosa faccio? A chi vendere il tuo zafferano?

E qui sono cominciati i dolori, non è vero? Tranquillo, ti capisco e posso suggerirti alcune soluzioni.

Se hai una produzione abbastanza sostanziosa e vuoi venderne una parte, hai diverse strade da poter seguire – a patto di essere in regola con le varie autorizzazioni necessarie:

  • Passaparola tra amici e conoscenti (abbastanza semplice anche se non potrai vendere molta spezia… a meno di non essere un abilissimo influencer locale).
  • Mercatini locali di prodotti del territorio (sempre molto belli e caratteristici ma che comportano un piccolo investimento in gazebo, attrezzatura varia, confezioni personalizzate ed un investimento più consistente in termini di tempo per ottenere le autorizzazioni necessarie e per la partecipazione stessa ai mercatini vicini o lontani da casa nei week end).
  • vendita online su sito personale/social vari/piattaforme marketplace varie (ti si apre un mondo ma, a meno di non aver una produzione abbondante, non ne vale la pena per i costi alti in termini di investimento, tempo e impegno nell’ottenere tutte le autorizzazioni e organizzare alla perfezione tutta la spedizione del prodotto (comprese tariffe e contratti con corrieri espressi e confezioni adatte alla spedizione) e trovarsi a gestire tutte le problematiche connesse a rimborsi, resi, imprevisti etc.)

Tutto molto bello e interessante, ma in pratica un vero lavoro non credi?

Ti stai chiedendo se c’è un modo più semplice e che non necessita investimenti di tempo e denaro per vendere il tuo zafferano?

Certo che c’è, ed è l’opzione Zafferano Emiliano che abbiamo pensato per produttori che come noi puntano ad un prodotto di eccellenza sia esso sfuso o già confezionato.

Visita la sezione Lavora con noi e scopri che abbiamo messo a punto alcune proposte che potrebbero interessarti.

Lasciate pure i vostri commenti all’articolo e continuate a seguirmi su Instagram

A presto,

Claudia

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
| Reply