Torta mimosa

torta mimosa

A casa mia, l’8 marzo è sinonimo di torta mimosa. Sarà anche una scelta scontata, ma a noi piace molto quindi non c’è modo migliore di festeggiare qualcosa che concedersi un dolce!

Per il pan di Spagna uso sempre la ricetta della nonna Emma, la mia nonna paterna. Custodisco gelosamente il suo quaderno delle ricette, anzi, la sua agenda delle ricette – perché ovviamente, come tutte le nonne che si rispettino, appuntava le sue ricette su una vecchia agenda della banca.

Se devo dire la verità, non l’ho mai vista preparare direttamente il suo “famoso” pan di Spagna. Ricordo invece di aver visto varie volte mia nonna usare i dischi di pan di Spagna già pronti (quelli che si trovano al supermercato), però da sempre in casa mia la ricetta di riferimento è questa!

TORTA MIMOSA

INGREDIENTI:

PER LA PASTA MARGHERITA (servono 2 torte, quindi raddoppiate le dosi)
4 uova intere
6 cucchiai di acqua bollente
250 g zucchero
140 g fecola di patate
160 g farina bianca
2 cucchiaini rasi di lievito per dolci
2 bustine di zucchero vanigliato (o 2 cucchiaini di estratto di vaniglia)

PER LA BAGNA ALCOLICA:
100 g zucchero
200 ml acqua
1 bicchierino di liquore

PER LA CREMA:
2 uova intere
4 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di farina
500 ml latte
1 limone
250 ml panna fresca da montare
Zucchero a velo q.b.

PROCEDIMENTO:

Per la crema, scaldare il latte in un pentolino insieme alla scorza del limone. In una ciotola, mescolate bene insieme farina e zucchero (serve per evitare che si formino grumi), poi aggiungere le uova e mescolare bene. Aggiungere il succo di mezzo limone. Diluire la crema con un mestolo di latte caldo, mescolare bene poi versare il composto di uova nel pentolino con il latte. Portate a bollore mescolando continuamente per evitare che la crema si attacchi. Contate 1 minuto a partire dall’ebollizione, poi spegnete il fornello, eliminate la scorza di limone e trasferite la crema in un piatto fondo. Copritela con pellicola alimentare a contatto per evitare che si formi la crosticina sopra. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente poi trasferite in frigorifero fino al momento di utilizzarla.

Per preparare la base della torta e i cubetti vi serviranno 2 dosi di pan di spagna. Accendete il forno a 180°C. Imburrate e infarinate una tortiera larga 24 cm e alta 5 cm. In una terrina montate i rossi d’uovo con l’acqua bollente, mescolatevi lentamente lo zucchero e la vaniglia. A parte montate a neve i bianchi d’uovo (la neve deve risultare tanto consistente da non cadere capovolgendo la terrina). Mescolatela delicatamente ai tuorli poi setacciatevi sopra le due farine e il lievito, incorporatele con molta delicatezza, poi versate il composto nella tortiera. Mettete subito in forno caldo a cuocere per circa 40 minuti – fate la prova dello stecchino perchè potrebbe servire qualche minuto di cottura in più. Togliete la torta dal forno, sformatela quando sarà tiepida e lasciatela raffreddare completamente su una gratella. Preparate poi un’altra torta allo stesso modo (potete farlo subito ed usare una teglia rettangolare grande al posto di 2 stampi rotondi).

Montate a neve la panna liquida, zuccherate a piacere con zucchero a velo poi incorporatela alla crema pasticcera preparata in precedenza, mescolando lentamente dal basso verso l’alto.

Preparate la bagna: mettete acqua e zucchero in un pentolino e fate scaldare a fiamma bassa fino a quando lo zucchero si sarà sciolto. Togliete dal fuoco, lasciate raffreddare un po’ poi aggiungete il liquore: io ho utilizzato il mio liquore allo zafferano, preparato con la ricetta che trovi qui.

Prendete uno dei pan di spagna, eliminate tutta la crosta e tagliatelo in 3 dischi.
Mettete la prima fetta sul piatto da portata, con un pennello da cucina inumidite la superficie del disco con la bagna, poi spalmate con circa 1/3 della crema. Coprite con il secondo disco di pan di spagna, bagnate con la bagna e mettete un altro strato di crema. Coprite con l’ultimo disco di pasta, bagnate la superficie con la bagna e spalmate la crema restante su tutta la superficie del dolce, bordi compresi: servirà per far attaccare i cubetti.
Prendete il secondo pan di spagna, anche da questo eliminate la crosta, tagliatelo a fette e poi a cubetti: vi consiglio di non tagliarlo tutto subito, procedete con i cubetti a mano a mano che vi servono. Quello che avanza potete congelarlo e usarlo per un’altra ricetta, ad esempio una zuppa inglese o anche per un tiramisù!
Cominciate ad applicare i cubetti di pan di spagna su tutto il dolce, poi mettete la torta a rassodare in frigorifero per un paio d’ore circa. Prima di servire, potete aggiungere sulla vostra torta mimosa una spolverata di zucchero a velo.

Potete preparare il pan di Spagna e la crema il giorno prima: montate la panna e aggiungetela alla crema solo appena prima di farcire la torta.

Spero che la torta vi piaccia: buon 8 marzo a tutte! Vi aspettiamo anche sulle nostre pagine Instagram e Facebook.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
| Reply